Ti trovi in: HOME > Ergonomia > Movimentazioni manuali dei carichi e movimenti ripetitivi

Rischi da movimentazioni manuali dei carichi e movimenti ripetitivi

Considerato che le patologie muscolo-scheletriche a carico della colonna vertebrale rappresentano una delle cause di inabilità più importanti nei paesi industrializzati, risulta evidente come il rischio connesso alla non corretta movimentazione dei carichi rappresenta un aspetto da approfondire e da valutare attentamente nell'ambito della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, Titolo VI del D.Lgs 81/08.

La scorretta movimentazione manuale di carichi, o la ripetitività di movimenti anche semplici ma svolti con elevata frequenza, può comportare lo sviluppo di patologie dovute alla graduale usura cumulativa dell'apparato muscolo-scheletrico che in alcuni casi può portare a forti contusioni o fratture.

Per i datori di lavoro, l'obbligo di tutelare i propri addetti, passa anche attraverso la necessità di valutare i rischi connessi alla movimentazione manuale dei carichi e derivanti dai movimenti ripetitivi.

A tale scopo la Eris Srl propone attività di valutazione specifiche per i rischi da movimentazione manuale dei carichi anche attraverso l'applicazione del metodo NIOSH, determinando il cosiddetto peso limite massimo sollevabile in condizioni ideali.